Cerca nel blog

No alla legge ammazza blog

No alla legge ammazza blog
ROMA – Torna il disegno di legge sulle intercettazioni e torna con la contestata norma “ammazza blog”. In sintesi, ogni gestore di “sito informatico” (dai quotidiani online, ai blog quindi) ha l’obbligo di rettificare ogni contenuto pubblicato sulla base di una semplice richiesta di soggetti che si ritengano lesi dal contenuto in questione. Senza possibilità di replicare quindi, bisogna semplicemente pubblicare la rettifica, che sia fondata o meno. Altrimenti si rischiano fino a 12 mila euro di sanzione. Ecco il testo: “Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono”. In pratica qualsiasi contenuto sul web diventerebbe censurabile con l’invio di una semplice email. Sul ddl intercettazioni il governo ha particolare fretta: non è escluso che venga blindato con la fiducia e approvato in tempi rapidi senza emendamenti. Fonte :Blitz quotidiano

domenica 13 febbraio 2011

Pasta e Patate

Ingredienti per 4 persone:

- 500 gr di patate;

- 1 cipolla rossa;

- 250 gr di pomodorini ciliegino (in alternativa va bene qualsiasi tipo di pomodori);

- 2 lt di acqua;

- 1 dado vegetale (o un misurino in caso fosse granulare);

- peperoncino;

- sale;

- olio d'oliva.

- 200/250 gr di pasta (meglio se ditali o conchiglie).

Preparazione:

Sbucciate e tagliate finemente la cipolla per farla rosolare con un filo d'olio in una pentola alta, tagliate i pomodorini in 4 e aggiungeteli al soffritto quando la cipolla è ben dorata. Sbucciate e lavate e tagliate le patate, metà in dadini non troppo piccoli e l'altra metà in dadini più piccoli possibile (questa metà andrà a costituire un sugo cremoso), aggiungetele alla pentola quando i pomodorini saranno sciolti nel soffritto e fate saltare il tutto a fuoco alto per qualche minuto aggiungendo il dado, un pizzico di peperoncino (ma è facoltativo) e se il caso aggiustare di sale.

Aggiungete l'acqua e mantenendo a fuoco alto portare ad ebollizione.

Abbassate il fuoco e fate cuocere finché le patate tagliate più finemente non si saranno sciolte completamente per formare una crema.

A questo punto allungate, se troppo denso, il sugo con altra acqua riportate ad ebollizione e buttate la pasta.

A cottura ultimata servite ancora calda con una spolverata di parmigiano grattugiato.




4 commenti:

Paòlo ha detto...

Io adoro pasta e patate e anzi ambivo a provarla a fare in questi giorni :-D

Waterwitch ha detto...

Fa un pò troppo caldo per mangiarla ora, certo puoi farla raffreddare ma io trovo che renda il massimo bollente! Infatti questo è un post di Febbraio!

Artemisia1984 ha detto...

Anche fredda non è male...certo che in inverno...rende sicuramente di più!

Waterwitch ha detto...

E che io le cose la mangio che levano la pelle da quanto sono calde, specialmente se è roba dalla consistenza zupposa!