Cerca nel blog

No alla legge ammazza blog

No alla legge ammazza blog
ROMA – Torna il disegno di legge sulle intercettazioni e torna con la contestata norma “ammazza blog”. In sintesi, ogni gestore di “sito informatico” (dai quotidiani online, ai blog quindi) ha l’obbligo di rettificare ogni contenuto pubblicato sulla base di una semplice richiesta di soggetti che si ritengano lesi dal contenuto in questione. Senza possibilità di replicare quindi, bisogna semplicemente pubblicare la rettifica, che sia fondata o meno. Altrimenti si rischiano fino a 12 mila euro di sanzione. Ecco il testo: “Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono”. In pratica qualsiasi contenuto sul web diventerebbe censurabile con l’invio di una semplice email. Sul ddl intercettazioni il governo ha particolare fretta: non è escluso che venga blindato con la fiducia e approvato in tempi rapidi senza emendamenti. Fonte :Blitz quotidiano

venerdì 4 marzo 2011

Panna cotta

Io non amo tantissimo i dolci, preferisco sempre il salato, però se c'è qualcosa a cui non riesco proprio a dire di no, sono i dolci al cucchiaio, e la panna cotta è uno dei miei preferiti (superato solo dal cream caramel).

Ingredienti:
- 800 gr di panna liquida;
- 250 ml di latte (meglio se intero, ma solo per gola);
-180 gr di zucchero;
12 gr di colla di pesce.

Preparazione:
Mettete la colla di pesce ad ammollare nell'acqua fredda per circa 10 minuti, nel frattempo fate scaldare il latte insieme allo zucchero per farlo sciogliere, scolate e strizzate la colla di pesce e fate sciogliere anche questa nel latte caldo con lo zucchero. Levate il tutto dal fuoco e aggiungeteci la panna liquida. Mettete tutto in uno stampo e fate raffreddare fino alla temperatura ambientale (se non lo è già visto che la panna si aggiunge fredda) e riponetelo in frigo per un paio d'ore.
Una volta solidificata, la panna cotta potrà essere levata dalla stampo e guarnita con caramello, cioccolato fuso, salsine di fragola o frutti di bosco a piacimento.


Immagine presa da CLAUDIO SABATINI PICASA WEB ALBUM (temporanea)

6 commenti:

Claudia ha detto...

..credo la prenderò seriamente in considerazione per lunedì ^^
grazie

Waterwitch ha detto...

Figurati, che succede lunedì?

Anonimo ha detto...

Io aggiungerei metà panna da cucina e metterei un tuorlo d'uovo (non si noterà, nell'impasto) così il sapore risulterà meno stucchevole. Provare per credere! ;)
Braccio di Ferro.

Waterwitch ha detto...

Da provare! comunque questa è laricetta base, poi ci sono tutte le variazioni a seconda di come la si preferisce che non ho scritto, ma potrei aggiungerle con una nota in fondo al post

Anonimo ha detto...

Si, lo so. Vorrei farti i miei complimenti, se permetti: e' raro cimentarsi nei dolci al cucchiaio quando ci sono alternative semi lavorate in commercio! Ottimo con lode. :)
Braccio di Ferro.

Waterwitch ha detto...

Grazie! ;)